Frontone

Passeggiate

DIFFICOLTA': MEDIA

Sulla provinciale Ponza- Le Forna, giunti alla località dei Tre Venti, all'incrocio, dobbiamo prendere a destra e voltare a sinistra prima del cancello del poliambulatorio. Percorrendo un sentiero sterrato e in alcuni punti molto ripido giungiamo al Villaggio di Frontone dove è d'obbligo una visita al museo etnografico "Conte Agostino".

Un luogo molto particolare e fuori dal comune, in cui sono custoditi lettere, attrezzi, statue e suppellettili che facevano parte della vita di tutti i giorni degli antichi ponzesi. Giunti al Villaggio del Frontone prendendo le scale a destra arriviamo alla Spiaggia del Frontone, continuando invece per il sentiero sterrato si giunge al Fortino. Dove oggi sorge il Fortino esisteva nel XVI secolo una torre di guardia costiera, in rovina già durante il periodo dei Borbone. Proprio loro fecero costruire il fortino, per difendere l'imboccatura del porto di Ponza, insieme con il fuoco incrociato delle batterie Leopoldo e di forte Bentik della Ravia. A metà del secolo scorso il fortino divenne la base della squadra di subacquei comandata da Bruno Vailati che preparò la spedizione nel Mar Rosso del 1952.