Escursioni delle isole Ponziane

Escursione di Palmarola

CALA BRIGANTINA - PUNTA VARDELLA

Arrivando a Palmarola alla vostra sinistra vi è il Faraglione di Mezzogiorno, a destra Punta Vardella. Cala Brigantina: detta così perché offriva ai velieri un approdo alla fonda. Palmarola ancora nel '700 era base dei pirati barbareschi. In questa zona dall'autunno alla primavera vi stanziano centinaia di gabbiani reali e vi nidifica il falco pellegrino.

SCOGLIO SUVACE

Detto così dalla forma del pesce sovace simile alla sogliola.

LA FORCINA

La Forcina: "il gran varco della forcina" è di notevole interesse geologico: sono facilmente leggibili le stratificazioni e le colate laviche. Grotta del Gatto: all'interno vi è un'infiltrazione di acqua dolce. Accessibile con una barca piccola. Dalla Forcina a cala Tramontana miglia 1 - 10 minuti. Scoglio "Sparmaturo": dalla forma simile allo spalmatoio.

PUNTA TRAMONTANA

Una volta doppiato lo scoglio "Scuncillo", denominato così per la somiglianza a una conchiglia, questo è lo scenario che vi apparirà: a destra gli scogli "I Piatti", davanti gli scogli "Le Galere".

CALA TRAMONTANA - LA CATTEDRALE

Punta delle "Brecce" :estremità dell'isola (nord). Per la difficoltà, il passaggio per le barche piccole, è da sconsigliare. Conviene doppiare il faraglione e fermarsi ad ammirare la "Cattedrale". La Cattedrale è detta così per la somiglianza della roccia (a pilastri, archi a sesto acuto, contrafforti) con una cattedrale gotica. In ponzese l'attuale Cattedrale era denominata " I Senghe ì Tramuntana" (fessure di tramontana). Da Cala Tramontana a Cala del Porto sono 0.5 miglia 5 minuti.

LE GALERE

Gli scogli sono maculati di ossidiana, nero su ocra, in nessun luogo del Mediterraneo il vetro lavico si presenta in questa disposizione a macchia. L'ossidiana vetro puro, allo stato naturale, nero lucidissimo. L'uomo primitivo vi ricavava punte di freccia, asce, coltelli, raschiatoi. L'ossidiana estratta a Palmarola veniva lavorata a Ponza e a Zannone dove sono stati rinvenuti dei resti, e molto probabilmente, trasportata al Circeo.

CALA DEL PORTO

Unico approdo sicuro dell'isola, per qualsiasi difficoltà recatevi in questa zona (contatto radio con Ponza - stazionamento barche di linea per Ponza - porto). Sulla spiaggia vi sono due ristoranti, ed è possibile pernottare a Palmarola in una delle case - grotta, scavate nella roccia dai primi coloni - contadini che abitarono l'isola.

FARAGLIONE S. SILVERIO

Sul faraglione, costruita dai ponzesi, vi e' la cappella S. Silverio, con la statua del Santo e la lampada a olio, che i devoti provvedono a tenere continuamente accesa.

SCOGLIO PALLANTE

All'uscita dalla grotta - passaggio di mezzogiorno, (accessibile con barche di media grandezza) si incontra il faraglione "Pallante" dimora prediletta di una rara colonia di berte minori.

SCOGLIO IL FUCILE

Negli anni l'isola ha subito e sta subendo grosse trasformazioni a causa delle erosioni marine e eoliche. Il pezzo centrale che univa l'arco naturale crollo' a causa di una forte mareggiata nel mese di novembre del 1966.

Escursioni a Ponza

Nessun soggiorno a Ponza può dirsi completo senza un classico giro dell'isola, un tour delle coste isolane per ammirare i colori del mare, le piccole baie e le splendide grotte.

Escursioni di Zannone

La piccola Zannone è l'unica delle isole dell'Arcipelago Ponziano non di origine vulcanica . Dal '79 è stata annessa al Parco Nazionale del Circeo.